Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Domani il debutto nel ruolo di Violetta Valery di Laura Giordano al Teatro Cilea

Domani il debutto nel ruolo di Violetta Valery di Laura Giordano al Teatro Cilea

È domani, venerdì 21 settembre, alle 20.30, presso il Teatro Cilea di Reggio Calabria, l’unica recita aperta al pubblico de “La traviata” firmata dal duo Manuela Ranno e Andrea Merli, prima opera lirica della stagione 2018-2019 del “Rhegium Opera Musica Festival”, un sovra-festival nato dall’unione di tre distinti festival Alziamo il Sipario, organizzato dal Comune di Reggio di Calabria, Rapsodie Agresti – Mediterraneo Sacro e Profano proposto dall’Associazione Culturale Traiectoriae e Classica Mediterranea organizzato dall’Orchestra del Teatro Francesco Cilea assieme al Coro Lirico Francesco Cilea.

Come dichiarato il 14 settembre, all’incontro di presentazione del Festival e di approfondimento de “La traviata”, curato dallo stesso regista Andrea Merli, noto giornalista e collaboratore del programma radiofonico “La Barcaccia” di RAI Radio 3, vestirà i panni di Violetta Valery il soprano palermitano Laura Giordano che proprio al Cilea di Reggio Calabria debutterà il ruolo.

Laura Giordano è considerata una dei più talentuosi soprani della sua generazione, apprezzata da pubblico e critica per la sua impeccabile tecnica vocale e timbro seducente, arricchiti da una presenza scenica affascinante e spiccate doti attoriali.

Laura ha debuttato giovanissima nel ruolo della protagonista ne “I pazzi” per progetto di Donizetti e nell’Adina di Rossini al Teatro Massimo di Palermo.

In seguito ha calcato i palcoscenici di alcuni fra i più prestigiosi teatri internazionali fra i quali il Teatro alla Scala di Milano, il Festival di Salisburgo, l’Opéra National de Paris, il Théâtre des Champs-Elysées de Paris, il Théâtre du Châtelet de Paris, l’Opernhaus di Zurigo, la Semperoper di Dresda, l’Accademia di Santa Cecilia a Roma, il Festival Mozart de La Coruña, il Teatro Real di Madrid, il Barbican Center di Londra, l’Opéra de Montecarlo, il Théâtre Royal de la Monnaie de Bruxelles, il Teatro Nacional de Sao Carlos de Lisboa, l’Opera Royal de Wallonie di Liege, Opera di Lyon, il Santa Fe Opera Festival, il Teatro Municipal di Santiago del Cile, il Teatro Regio di Parma, il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro Verdi di Trieste, il Teatro Comunale di Bologna, il Ravenna Festival, il Teatro Regio di Torino, il Teatro dell’Opera di Roma, il Mario Del Monaco di Treviso e il Comunale di Ferrara, il Teatro Massimo di Palermo e il Bellini di Catania, Il teatro Bolshoi di Mosca, il teatro An Gasteig di Monaco di Baviera, il Marinski di San Pietroburgo, il Teatro San Carlo di Napoli e il Festival del Maggio Musicale Fiorentino.

Ha collaborato con direttori d’orchestra quali Riccardo Muti, Antonio Pappano, Riccardo Chailly, Valery Gergiev, Daniel Harding, Gianandrea Noseda, Jesus Lopez Cobos, Rinaldo Alessandrini, Yuri Bashmet, Kazushi Ono, Christophe Rousset, Jean-Christophe Spinosi, Alberto Zedda, Paolo Arrivabeni, Michel Plasson, Zubin Mehta e Myung Chung.

Ha inciso “L’Olimpiade” di Vivaldi con Rinaldo Alessandrini (Opus 111) e brani inediti di Rossini con Riccardo Chailly (Decca), il “Don Pasquale” di Donizetti diretta da Muti e il “Viaggio a Reims” diretta da Antonino Fogliani. Ha registrato inoltre dvd de “La bohème” nella produzione del Teatro Real di Madrid diretta da Lopez Cobos, il “Don Pasquale” diretto da Riccardo Muti e “La pietra del paragone” diretto da Jean-Christophe Spinosi.

Laura Giordano, nell’allestimento del duo Ranno-Merli, sarà affiancata dal tenore napoletano ormai affermato in Italia e all’estero, Giuseppe Talamo, che sarà l’innamorato Alfredo e dal baritono pure palermitano Salvatore Grigoli, già più volte apparso salutato da franco successo sulle scene reggine, che vestirà i panni dell’austero Giorgio Germont.

Eccezion fatta per il tenore cosentino Stefano Tanzillo, (Visconte Gastone De Letoriers), tutti gli altri interpreti sono reggini: Ilenia Morabito (Annina), Gabriella Grassi (Flora), Demetrio Marino (Marchese d’Obigny), Alessio Gatto Goldstein (Barone Douphol), Giuseppe Zema (Dottor Grenvil) e Marcello Siclari (Commissionario).

Si ricorda, inoltre, che le coreografie sono di Sofia Lavinia Amisich mentre le scene e i costumi sono curati da Artescenica Giaroli.

“È un onore e un piacere poter contare su una protagonista di grandissimo talento ed eccezionale vocalità qual è la palermitana Laura Giordano. Ha accettato, in nome dell’amicizia e per la reciproca stima, di debuttare nel ruolo, lungamente desiderato e già preparato, proprio qui a Reggio Calabria. Un regalo davvero inatteso che costituirà non solo una grata sorpresa, ma un motivo di indubbio richiamo”, afferma il direttore artistico Domenico Gatto.

Leggi qui!

Corigliano Rossano – Agricoltura, appello di Falcone: “Tutelare piccoli produttori”

La nuova stagione agrumicola è da poco iniziata, preziosa fonte di occupazione, economia, valorizzazione delle …