Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Catanzaro – Imperdibile appuntamento con “GRAECALIS”

Catanzaro – Imperdibile appuntamento con “GRAECALIS”

Nuovo appuntamento con “GRAECALIS -Il vento della parola antica”, V ciclo di rappresentazioni classiche curato dal Teatro di Calabria A. Tieri: la rassegna riscalda i motori per il debutto della seconda opera prevista in cartellone per l’edizione 2018: “EUMENIDI” di Eschilo.

In un Auditorium gremito, con spettatori provenienti da ogni parte della Regione, la prima di GRAECALIS ha registrato un grande successo di pubblico e di critica: in scena, i primi due capitoli della “Orestea” di Eschilo, l’unica trilogia tragica giunta integralmente a noi. Un risultato che soddisfa molto la direzione del Teatro di Calabria: “abbiamo scelto di celebrare questa importante tappa del progetto GRAECALIS con una serie di novità: tra queste, certamente la scelta dell’Auditorium Casalinuovo come luogo di rappresentazione delle opere della rassegna. Questo, per soddisfare l’elevata richiesta da parte del pubblico, ma anche per ampliare sul territorio cittadino la presenza del progetto stesso, e coinvolgere idealmente tutta la città in questa festa del Teatro Classico.” Un’intuizione che pare raccogliere sin dall’inizio buoni frutti, specie considerando la risposta ottenuta su tutto il territorio regionale: le presenze parlano di pubblico proveniente da tutte le province ma non solo. “Riceviamo prenotazioni anche da parte di turisti che arriveranno in Calabria a breve e che oramai considerano Graecalis una tappa irrinunciabile della loro vacanza”, raccontano dal Teatro di Calabria, segno dell’importanza e della validità di questo ambizioso progetto culturale.
Si ritorna in scena domani 12 luglio alle ore 21 con EUMENIDI: la parte finale della trilogia eschilea, senza dubbio tra le opere più complesse e più importanti del patrimonio tragico greco. “Eumenidi è una tragedia eminentemente filosofica: il sangue è già stato versato, la vendetta si è compiuta. Sulla scena è dunque la volta della ragione, della riflessione. Nondimeno, è un’opera che riesce a catturare l’attenzione dello spettatore e a coinvolgerlo sulla scena grazie ad una serie di elementi scenografici e di tematiche etiche e morali di incredibile attualità”.
E’ proprio in “Eumenidi”, infatti, che assistiamo alla cruciale transizione tra legge del sangue e diritto degli uomini, tra Vendetta e Giustizia: in scena, è rappresentato il primo processo della Storia, con una giuria di uomini chiamati a giudicare il tremendo fatto di sangue di cui si è macchiato Oreste. Da questo pretesto, dunque, il dibattito si amplia fino ad arrivare a temi morali ed etici che ancora oggi sono oggetto di discussione da parte di studiosi, giuristi e appassionati. Sulla scena, prende forma il dramma dell’uomo moderno, consumato dai rimorsi ma al tempo stesso animato da sentimenti così profondi da risultare inquietanti. Luce e ombra si alternano nell’animo umano, tormentato dal dissidio tra ciò che è Giusto e ciò che invece è necessario. Uno scontro esaltante che prenderà forma domani, sempre all’ Auditorium Casalinuovo di Catanzaro. Impossibile mancare.

Leggi qui!

Lilt for Women Campagna Nastro Rosa 2018 – Presente sezione Lilt di Reggio Calabria

Anche quest’anno, per tutto il mese di ottobre, la Lega Italiana per la lotta contro …