Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Regione, riforma Welfare, Gallo: “Troppi ritardi, ora vigileremo”

Regione, riforma Welfare, Gallo: “Troppi ritardi, ora vigileremo”

Il capogruppo della Cdl Gianluca Gallo interviene sui lavori della terza Commissione consiliare presieduta da Michele Mirabello incentrati sulla riforma del welfare e conclusasi con il mandato dato ai consiglieri Gianluca Gallo e Orlandino Greco di redigere una proposta da condividere con gli altri commissari e sottoporre poi al vaglio dell’Aula.
“La decisione, che punta a favorire la riscrittura delle regole che presiedono al funzionamento del settore, è maturata – spiega Gallo- dopo lo stop imposto dal Tar e le critiche dei Comuni ai provvedimenti assunti negli ultimi due anni dalla giunta regionale guidata da Mario Oliverio. Per mesi, – ricorda Gallo – abbiamo denunciato deficienze e lacune della riforma, ma Oliverio non ha voluto ascoltarci. Adesso, dopo le severe censure incassate in sede giudiziaria amministrativa e sul versante politico, arriva la retromarcia, con l’apertura del dialogo con la terza commissione ed il Consiglio regionale. Un ripensamento tardivo, ma rispetto al quale, con senso di responsabilità, non faremo mancare il nostro contributo. L’obiettivo- precisa il capogruppo della Cdl – è di fare presto e bene, per recuperare i gravi ritardi già accumulati ed evitare che il loro prezzo ricada sui calabresi. Un fine rispetto al quale valutiamo positivamente anche la scelta di affidare alla Regione, sia pure in via transitoria e fino alla fine del 2018, la sostanziale gestione del settore, con delega di pagamento ai Comuni. Vigileremo affinchè tutto proceda senza intoppi”.
Aggiunge Gallo: “A destare preoccupazioni, tuttavia, le contraddizioni insite nell’atteggiamento del Governatore. Da un lato, Oliverio accetta finalmente il confronto e riconosce il ruolo del Consiglio regionale, dicendosi pronto alla riscrittura della sua riforma bocciata dal Tar. Dall’altro, però, dà mandato agli avvocati di impugnare la sentenza del Tribunale per chiederne la sospensiva degli effetti davanti al Consiglio di Stato. Se ne coglie chiaramente la volontà di far saltare, una volta ancora, il tavolo del confronto. Nonostante ciò, lavoreremo convintamente alla ridefinizione del sistema del welfare, perché lo riteniamo prioritario per la Calabria. Ma è evidente – conclude Gallo-, anche alla luce di quanto accaduto e di questi comportamenti, l’urgenza di voltare pagina e chiudere una stagione di governo deludente e fallimentare”.

Leggi qui!

Crotone – Barbuto (M5S): “Sbigottita che il sindaco si interessi ora di sicurezza”

“Restiamo sbigottiti dal tentativo, che francamente abbiamo difficoltà a definire vista la tragedia del viadotto …