Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / I Carabinieri ospiti d’onore ad ” Avis e’…Magna Grecia”

I Carabinieri ospiti d’onore ad ” Avis e’…Magna Grecia”


Soddisfatto per la crescita delle donazioni del sangue nell’ambito del Progetto Scuole “AVIS é…Magna Grecia”, il Presidente dell’AVIS Provinciale di Reggio Calabria, dott. Antonino Posterino, invia alla platea dei corsisti dell’ottavo incontro del “Salotto Storico”(Cittadinanza attiva) i saluti e i ringraziamenti per la calorosa partecipazione all’iniziativa.

Nuovo appuntamento in Sala Calipari – Palazzo della Regione di Reggio Calabria, per ritrovarsi idealmente intorno al monumento ai caduti della battaglia di Gambarie del 1943, donato lo scorso anno dall’AVIS Provinciale al Comune di Santo Stefano. I corsisti dell’ottavo incontro del “Salotto Storico” (Cittadinanza Attiva), questa volta, infatti, è toccato ascoltare le parole dell’ideatore del Progetto stesso, il Vicepresidente dell’AVIS Provinciale di RC, avv. Diego Geria da tempo attento studioso dei fatti e dei luoghi aspromontani in cui si svolse quell’ultima battaglia calabrese della seconda guerra mondiale .Una riscoperta interessante che ha ridato lustro a fatti dimenticati, coinvolgendo i giovani studenti calabresi in nuove verità storiche e in valori di sacrificio e profonda civiltà. Militari valorosi, eroi di guerra che, grazie alla ricerca e al racconto del prof. Geria, ritrovano dignità storica e giusta celebrazione sociale. Una narrazione particolareggiata e nuova quella dello storico reggino che ha condotto il pubblico della Sala Calipari a passeggio per la Storia, in quelle montagne e quelle località del nostro Aspromonte, visitandone ogni suggestivo anfratto.

La serata ha voluto essere così omaggio all’Arma dei Carabinieri, fiore all’occhiello della nostra città, dispensatrice di fulgidi esempi e partner prezioso degli ideali avisini. Tra il pubblico cinquanta allievi carabinieri della scuola reggina, accompagnati dai colonnelli Battaglia Giuseppe, Comandante Provinciale Carabinieri, e Nicola Lorenzon, Comandante Scuola Allievi Carabinieri, che, partecipando con profondo coinvolgimento, hanno mostrato di gradire particolarmente la tematica della serata, manifestando il loro interesse per la ricostruzione storica e i fatti narrati .Un territorio, quello aspromontano ricco di testimonianza e di bellezza, luogo di lavoro abituale per i nostri militari che ne proteggono quotidianamente la popolazione e le istituzioni. Ai due Ufficiali, unitamente al Maggiore Giuseppe Morale, sono stati assegnati durante l’incontro dei manufatti, confezionati dagli allievi del Liceo Artistico “Preti Frangipane”, a suggello della stima e della importante collaborazione avuta da sempre con l’AVIS Provinciale.

Come di consueto gli alunni delle scuole di Reggio e Provincia hanno collaborato proficuamente alla riuscita della serata. Prezioso il rinnovato apporto organizzativo dell’Istituto “Panella Vallauri”, Sezione grafica e moda, guidato sagacemente dal Dirigente Scolastico dott.ssa Anna Nucera a cui sono andati i sentiti ringraziamenti avisini. Professionale e puntuale il servizio hostess e steward offerto dagli alunni dell’ITE “R.Piria” di Reggio Calabria, sotto l’abile guida delle prof.sse Grazia Cartella e Marina Vollaro. Magica e sorprendente l’esibizione dei giovanissimi allievi dell’Istituto Comprensivo “Catanoso De Gasperi”, il cui Dirigente scolastico, prof.ssa Sonia Barberi, è stata presenza gradita dell’incontro. I piccoli artisti guidati dai loro insegnanti del corso musicale, presentati dalla prof.ssa Caridi e diretti dal maestro Roberto Carini, hanno eseguito un excursus musicale di tutto rispetto, evidenziando abilità strumentali non comuni. Una cornice melodica veramente singolare all’interessante appuntamento che ha visto, come sempre, la partecipazione di un numeroso e qualificato pubblico.

Una bella soddisfazione per la squadra AVIS Provinciale di Reggio Calabria, che vede crescere, incontro per incontro, la diffusione della cultura del dono tra i giovani protagonisti del proprio progetto.

Leggi qui!

25 aprile, Sbarra (Cisl): “Conservare e tramandare la nostra memoria”

“La nostra memoria – e soprattutto la nostra capacità di preservarla e tramandarla – è …