Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Assegnazione carburante agricolo, Confagricoltura: “Serve provvedimento urgente”

Assegnazione carburante agricolo, Confagricoltura: “Serve provvedimento urgente”

Nonostante i continui solleciti, le segnalazioni e gli interventi congiunti proposti dai vertici e dai tecnici di Confagricoltura Catanzaro nei confronti dell’UMA – Ufficio per l’Assegnazione del Carburante “Agevolato” – sulla necessità di variare alcuni applicativi messi a disposizione da ARCEA, in particolar modo per l’assegnazione del carburante per tutte le aziende che dispongono di COLTURE PROTETTE IN SERRA, la situazione a distanza di 15 mesi non si è ancora risolta e pare non ci sia la volontà, almeno in tempi brevi, di arrivare ad una definitiva soluzione del problema.

“La criticità – è scritto nella nota di Confagricoltura – riveste carattere di maggiore rilevanza nella provincia di Catanzaro e nella zona del Lametino, territori in cui esistono numerose realtà imprenditoriali di notevole estensione aziendale che necessitano, urgentemente, di carburante agricolo.

Di fatto, per come direttamente constatato negli ultimi incontri tenutisi presso il Dipartimento Regionale al cospetto del responsabile preposto: in presenza di superfici agricole ad uso “serre” perfettamente dichiarate e minuziosamente dettagliate, oltre che regolarmente riscontrate nel “GIS”, l’applicativo UMA – Arcea “non recupera” le superfici risultanti nella scheda di validazione – fascicolo rilasciata dal CAA poiché non riconoscerebbe i nuovi codici – coltura. Una questione tecnico – burocratica che sta esasperando le aziende interessate, le quali non trovano altra via d’uscita se non quella di rifornirsi di carburante da distributori standard con il conseguente ed inevitabile aggravio di costi, che incidono in maniera fortemente negativa sulle economie aziendali.

Chiediamo che si provveda alla risoluzione immediata del problema o quantomeno, se i tempi dovessero rivelarsi troppo lunghi, che si proceda ad un’assegnazione anticipata (anche solo del 50% ) che consenta alle aziende di portare avanti il proprio lavoro con un minimo di serenità. Confagricoltura Catanzaro si è impegnata a sostenere il nuovo metodo di assegnazione carburanti introdotto lo scorso anno, ne apprezza la trasparenza e l’innovazione tecnologica, ma il sistema va perfezionato per evitare disagi e ritardi che oggi più che mai la aziende agricole calabresi non possono sopportare”.

Leggi qui!

Soverato – Ortopedia, cresce il coro di indignazione

Cresce il coro di indignazione e protesta messo in piedi contro la chiusura del reparto …