Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Muse, secondo incontro dedicato ai giovani e il lavoro

Muse, secondo incontro dedicato ai giovani e il lavoro

Secondo incontro dedicato al mondo dei giovani e alle loro attitudini in un territorio che offre poche occasioni. Questo in pratica il punto di partenza della nuova domenica delle Muse, il 21 gennaio presso la Sala D’Arte di via San Giuseppe 19, che alle ore 18 vedrà la manifestazione “Bambole non c’è una lira!?!.
Il presidente Muse prof. Giuseppe Livoti ribadisce come nel primo appuntamento di domenica scorsa si è pensato di presentare giovani che hanno coronato il loro sogno lavorativo anche se con grandi difficoltà in questa terra mentre il secondo appuntamento prende in prestito una famosa frase dell’avanspettacolo e del teatro italiano all’indomani della seconda guerra mondiale periodo in cui tutto sembrava precario e incostante.
Oggi così si cerca il lavoro, la stabilità ma anche e soprattutto il denaro utile per poter vivere e magari costruirsi un futuro ed un ruolo in una società che spesso esclude e non accoglie per scelte politiche. Per definizione il lavoro altro non è che occupazione specifica che prevede una retribuzione ed è fonte di sostentamento, esercizio di un mestiere o di una professione ma oggi è veramente così? Quali sono le cause di questo periodo di estrema crisi ?
Esistono così ruoli e personalità che coadiuvano una ripresa nel mondo del lavoro attraverso scelte e dinamiche spesso mirate a risollevare le sorti dell’economia della città di Reggio Calabria e della Calabria intera.
Da qui la scelta di un ulteriore approfondimento e di una conversazione a più voci con addetti ai lavori e personalità che da anni si interessano di occupazione e nuove realtà imprenditoriali: Giovanni Santoro – presidente Confcommercio di Reggio Calabria, Angelo Marra – Referente territoriale Terziario innovativo Conf. RC – Unindustria Calabria, Adele Briganti – conduttrice radiofonica e da una settimana presidente Presidente Commissione Politiche Giovanili della Citta’ Metropolitana di Reggio Calabria ed infine Roberta Cuzzola – artista terapista – direttrice laboratorio artistico “Arte e piu” si confronteranno con il pubblico raccontando cosa è stato fatto e queli sono le scelte istituzionali e gli investimenti utili a risanare questo stato di sfiducia e nelle istituzioni e nel nostro Sud sempre piu’ in posizione asimmetrica rispetto ad un Nord molto piu’ attivo ed operativo.
BAMBOLE – infine il titolo della collettiva degli artisti delle Muse che vuole dimostrare la differenza tra il reale e la finzione, tra essere ed apparire . Ogni artista è rimasto fedele al proprio stile pittorico e fotografico rendendo l’idea dell’essere umano inanimato e surreale. Alla mostra partecipano: Pierfilippo Bucca, Francesco Logoteta, Rossella Marra, Pina Calabro’, Manuela Lugarà, Adele Leanza, Sebastiano Plutino, Antonella Laganà, Angelo Meduri.

Leggi qui!

Reggio Calabria, le arti in stile NAOS Arte&Cultura è alle porte

Un nuovo momento di incontro e dialogo tra le arti in stile NAOS Arte&Cultura è …