Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Il 9 e 10 gennaio Giancarlo Giannini a Rossano

Il 9 e 10 gennaio Giancarlo Giannini a Rossano

Bilancio, tra le iniziative che hanno consentito al Comune di Rossano di risparmiare oltre un milione e mezzo di euro in poco più di 18 mesi vi è il recupero dell’evasione fiscale, l’internalizzazione dei servizi e l’aver avuto la capacità di intercettare fondi comunitari da investire nello sviluppo della Città. Ambiente, un milione di euro per il miglioramento della raccolta differenziata. Rossano ha ottenuto il finanziamento. Tra gli obiettivi del 2018 la Bandiera Blu. Turismi, il centro storico era e resta tra i capisaldi dell’Esecutivo Mascaro. Eventi storicizzati, per la prima volta il Comune ha ottenuto un finanziamento triennale di 110 mila euro annui da investire nella programmazione socio-culturale. Sport, dalla realizzazione e riqualificazione dei 5 campi sportivi cittadini (lavori partiti puntualmente) alla serie di eventi inseriti nel cartellone LA CITTÀ DEL CODEX PER LO SPORT che ha portato a Rossano più di 25mila persone tra sportivi, atleti e famiglie. Nei progetti futuri c’è la realizzazione della città dei bambini. Cultura, dall’adesione all’associazione nazionale Città dell’Olio della quale Mascaro è coordinatore regionale alla promozione su scala nazionale delle giornate FAI, il Fondo Ambiente Italiano al quale la Città del Codex ha aderito; dalla collaborazione avviata con il Maestro Michele Placido all’avvio di un progetto di crowdfunding (raccolta di fondi) per la realizzazione di un docufilm sul Codex (annunciato esattamente un anno fa) con la partecipazione dell’attore Giancarlo Giannini che sarà a Rossano nei giorni martedì 9 e mercoledì 10 gennaio 2018 per incontrare la Città e le scuole; dalla partnership con la Città di Matera a tutte le attività che fanno dell’Ufficio Europa punto di riferimento per formazione e informazione sulle opportunità offerte dall’UE; passando dai 19 milioni di euro di fondi POR 2014-2020, i fondi specifici per Rossano e per Corigliano che saranno destinati, tra le altre cose, alla messa in sicurezza del territorio, al turismo e ai beni culturali. Servizi Sociali, dall’avvio di nuove procedure per l’assegnazione di alloggi popolari comunali e ATERP all’approvazione del regolamento e la costituzione dell’albo delle famiglie affidatarie; dall’acquisto di 5 nuovi scuolabus all’approvazione e al finanziamento di importanti progetti che vedono beneficiarie le categorie più deboli. Personale, i dipendenti a tempo determinato sono 170 e non 300, così come si è letto in questi giorni. Gli altri 145 dipendenti part time appartenenti al bacino LSU – LPU non sono pagati dal Comune ma dalla Regione. Assunzioni, le norme in materia di personale emanate nel 2017 hanno eliminato il blocco del turnover nelle assunzioni, consentendo un recupero progressivo di quelle perse negli anni pregressi. Per recuperare la mancata copertura dei posti vacanti e disponibili nel 2014 l’assunzione doveva però avvenire perentoriamente entro il 31 dicembre 2017. Altrimenti quella quota sarebbe andata definitivamente persa. Ciò è stato possibile grazie allo scorrimento delle graduatorie valide ed efficaci per legge dello Stato, da cui attingere peraltro obbligatoriamente. Ogni altra soluzione avrebbe allungato i tempi oltre il termine previsto, con la perdita di occasioni di occupazione e di rafforzamento della macchina comunale.

Alcuni degli importanti risultati raccolti negli ultimi 18 mesi e gli obiettivi per il nuovo anno alle porte sono stati illustrati questa mattina (sabato 30) nel corso della conferenza stampa di fine anno ospitata nella sala riunioni della delegazione comunale, allo scalo, dal Sindaco Stefano Mascaro.

Il Primo Cittadino, spaziando su tutto, ha sottolineato come l’impegno, gli sforzi ed il lavoro richiesto in questo arco di tempo facciano sembrare 3 gli anni passati rispetto all’anno che sta per concludersi. Mascaro rispetto ai tanti risultati ottenuti si è detto amareggiato per non aver mai ricevuto complimenti e soddisfazione da rappresentanti politici ed istituzionali.

In tema di fusione Mascaro ha ribadito quanto richiesto al Presidente Mario Oliverio: prendere una posizione per evitare che si assista a incursioni nel territorio prive di costruttivo confronto con chi lo rappresenta. La fusione – ha sottolineato – è nata; la posizione di Rossano è stata chiara sin dall’inizio; eravamo e restiamo d’accordo sugli obiettivi. Il confronto rimane aperto sul percorso per raggiungere la meta comune.

Coordinati da Lenin Montesanto, insieme al Primo Cittadino sono intervenuti anche gli assessori Serena Flotta, Dora Mauro, Angela Stella, Aldo Zagarese, Nicola Candiano e Giovanni De Simone.

Leggi qui!

Associazioni Animaliste Calabria a colloquio con Callipo e Scura

Associazioni Animaliste Calabria a colloquio con Callipo e Scura

Appena nato e già pienamente operativo, il Coordinamento delle Associazioni Animaliste Calabria rappresentato dall’Avv. Mariella …