Home / CITTA / Cosenza / Cosenza – “BoCS Museum” il Museo d’arte contemporanea
Bocs Museum Cosenza

Cosenza – “BoCS Museum” il Museo d’arte contemporanea

BoCS Museum è il Museo d’arte contemporanea della città di Cosenza, ospitato nel complesso cinquecentesco di San Domenico, restaurato dall’Amministrazione comunale.
Esso costituisce un importante traguardo del progetto BoCS Art – Residenze artistiche, ideato dal Sindaco Mario Occhiuto e costantemente portato avanti e implementato nel corso di questi anni.
27 atéliers d’artista posizionati nel centro storico lungo il Fiume Crati che ospitano regolarmente artisti nazionali e internazionali, tanto di rinomata fama quanto giovani promesse, espressione ciascuno dei differenti linguaggi dell’attuale panorama dell’arte contemporanea.
BoCS Museum espone le opere realizzate a Cosenza e le restituisce alla collettività e alla fruizione pubblica.
Il progetto BoCS Art, nato dal desiderio di creare nel tessuto urbano cosentino un cantiere d’arte internazionale, ha consentito alla città di Cosenza di configurarsi come città d’arte e fabbrica creativa, favorendo l’attivazione di processi di crescita e contaminazione culturale.
Non solo. Cosenza, grazie alle residenze sul Lungofiume, ha ospitato, in soli due anni e mezzo, 400 artisti circa, inserendosi inequivocabilmente tra le capitali del contemporaneo e contribuendo a diffondere la conoscenza della città a livello internazionale.
A conferma dell’impegno profuso per la sua realizzazione e continuità nel tempo, la commissione del Premio Smau ha premiato il Comune di Cosenza come città innovativa nella produzione culturale (2015).
L’arte e le azioni ad essa connesse rappresentano per l’amministrazione comunale uno strumento volto alla valorizzazione degli spazi urbani, alla rivalutazione dell’area fluviale e alla crescita del centro storico e della città tutta.
La vitalità espressa dal Comune si è tradotta nella creazione di una nuova e più tangibile funzionalità ed estetica cittadina e al contempo nella riqualificazione delle aree periferiche e dismesse, quale il Lungofiume, divenuto così centro propulsore di rinnovate attività culturali.
Peculiarità del progetto BoCS Art e dell’esposizione del BoCS Museum è la stretta correlazione tra le opere realizzate in situ dagli artisti (e donate al Comune) con la città stessa, le sue origini, i suoi miti, i fiumi, le personalità, ovvero tutto il patrimonio di identità materiali e immateriali che, pur sfuggendo agli occhi distratti, diventa ispirazione dello sguardo sempre attento dell’artista.
BoCS Museum espone una selezione di opere acquisite al patrimonio comunale e si configura come “work in progress”, in costante arricchimento e dialogo con le residenze BoCS Art, ma anche con artisti ed Musei della comunità artistica nazionale e internazionale.

Leggi qui!

Cosenza – Al teatro dell’Unical in scena Mal’essere

Riparte, con il nuovo anno, la programmazione di Festivart2018 – MeridianoSUD al Teatro auditorium dell’Università …