Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Catanzaro – Spora presenta: “Uno” , nuova produzione di arti performative

Catanzaro – Spora presenta: “Uno” , nuova produzione di arti performative

SPORA performing arts presenta la sua nuova produzione dal titolo “UNO”. Dopo il successo fatto registrare lo scorso anno, all’esordio, con il progetto “Studio Zero”, il collettivo di arti performative tornerà in scena il prossimo 22 dicembre al Teatro Comunale di Catanzaro, alle ore 21:00, con la versione integrale del nuovo spettacolo, che sarà poi rappresentato in diversi teatri italiani ed europei.

 

“UNO” è composto di due corti della durata di 30 minuti: il primo, “End To End”, di Claudio Costantino e Renata Malinconico, con le scenografie di Alessandro Badolato, attraverso l’unione di danza, musica e teatro, indaga su quello che ci succede quando aspettiamo qualcosa. Quanto si amplificano le nostre paure e i dubbi esistenziali che vagano nella nostra mente nei momenti di attesa?
Il secondo, “Into The Why”, di Kihako Narisawa riflette, attraverso l’espressione corporale, la danza e l’arte, sui dubbi e le incertezze che stanno dietro alle nostre forme di comunicazione verbale e non verbale.
Un estratto di “UNO” è stato già presentato il 7 dicembre a Londra, in uno spazio d’eccezione, The Flying Dutchman, all’interno del progetto di residenze per giovani artisti “The Play Space”.

Protagonisti dello spettacolo sono Claudio Costantino, Renata Malinconico e Kihako Narisawa, accompagnati dalle musiche di Attilio Novellino.

Claudio Costantino è nel mondo della danza sin da giovanissimo: a 18 anni firma il suo primo contratto da ballerino professionista presso il “Ballett Basel” in Svizzera, dove danza per alcuni tra i più importanti coreografi internazionali. All’età di 23 anni si trasferisce presso la compagnia di danza tedesca “Regensburg Theater Tanz” dove firma la sua prima coreografia. Dal 2014 lavora come libero professionista per diversi progetti in giro per l’Europa e torna spesso nella sua città, Catanzaro, dove approfondisce la ricerca sul suo stile coreografico.
Renata Malinconico dal 2005 lavora nel mondo del teatro, del cinema e della tv con registi italiani ed internazionali come Luciano Melchionna, Carles Fernandez Giua e David Warren. Nell’ultimo anno ha lavorato su due film in uscita al cinema in qualità di attrice e assistente alla regia: “Ovunque tu sarai”, per la regia di Roberto Capucci, che vede nel cast Ricky Memphis, Francesco Montanari, Primo Reggiani e Pino Insegno; e “The Black Butterfly” che vede nel cast Antonio Banderas e Jonathan Rhys-Meyers, una produzione franco-italo-americana per la regia di Bryan Goodman.
Kihako Narisawa è una ballerina e coreografa giapponese di fama internazionale. Ha lavorato con coreografi del calibro di Stephan Thoss, Jiří Kylián, Johan Inger, Ohad Naharin, Ha da poco ricevuto una residenza presso il Goethe Institut Montreal, in Canada, dove presenterà il suo nuovo progetto “FIGURATIVE”, per la fine del 2018.
Attilio Novellino ha pubblicato album da solista con case discografiche internazionali. Il suo lavoro si divide tra field recording, soundscape composition e avant/electronic sounds. Ha tenuto concerti live in Italia, Europa e USA dal 2012. Nel 2013 ha vinto il premio PIARS – Sonic Arts Award.

Leggi qui!

Reggio Calabria – Il secondo appuntamento dei Notturni delle Muse”

Tutto pronto domenica 15 Luglio 2018 al “Cortile delle Muse” di via San Giuseppe 19 …