Home / ARCHIVIO / Notizie archivio / Cala il sipario sulla prima edizione del “Rende Book Festival”

Cala il sipario sulla prima edizione del “Rende Book Festival”

Oltre ogni più rosea previsione di condivisione e con una cerimonia conclusiva molto partecipata, cala il sipario sulla prima edizione del RENDE BOOK FESTIVAL. Il centro storico di Rende e il suo castello, per tre giorni, sono stati il degno palcoscenico per una manifestazione ricca di contenuti e di persone che ha avviato, quella che, si spera, possa diventare una tradizione culturale del territorio.

Quasi mille visitatori hanno colorato tre giorni di libri, musica, gastronomia, fotografia e arte contribuendo a incorniciare una festival che, a tutti gli effetti, costituisce un momento di valorizzazione e riqualificazione del centro storico di Rende. Vince la prima edizione “Il cacciatore di meduse” raffinato romanzo uscito dall’abile penna di Ruggero Pegna per i tipi di Falco Editore (Cosenza), guadagna il secondo posto il libro d’inchiesta “I nemici del cavaliere” scritto da Davide Gambale per Armando Siciliano Editore (Messina) e si classifica al terzo posto “La donna giusta” romanzo d’esordio di Caterina Ambrosecchia edito da Gelso Rosso (Bari). Menzioni speciali della giuria assegnate a “Io sono l’imperatore” di Stafeno Conti e “#viparlodinoi” di Cristina Liotta, Premio speciale della giuria assegnato al coraggioso lavoro di Davide Rende e Marcello Malfitano per il Fumetto Nemesis ambientato a San Fili, paesino in provincia di Cosenza.

Quattro mesi di intenso lavoro, portato avanti con caparbietà e professionalità da una segreteria mai stanca, hanno permesso di raggiungere – afferma il Presidente di CO.RE. prof. Armando Rossi – “un risultato che ci gratifica e ci onora. CO.RE. è costituita da persone che hanno voglia di partecipare attivamente e visibilmente alla rinascita del centro storico di Rende. Non ci fermeremo qui e siamo già al lavoro per la seconda edizione del Rende Book Festival ma anche di altre iniziative significative. I numeri della prima edizione sono assolutamente lusinghieri, oltre ai partecipati numerosi e attenti costituiti da famiglie, scuole e persone comuni il Festival ha visto la partecipazione di 14 libri in gara con editori e autori provenienti da Piemonte, Puglia, Toscana, Sicilia, Calabria, Basilicata e Lazio; 6 workshop tematici dalla grafica editoriale alla scrittura creativa, 4 laboratori di lettura o disegno dedicati ai più piccoli, 5 eventi musicali dalla musica sperimentale alla musica sinfonica, 13 espositori tra case editrici e librerie e un impegno in acquisto di copie dei libri vincitori di 2.000 euro da parte dell’Associazione CO.RE.

La seconda fase prevede che i libri vincitori, acquistati dall’Associazione, siano distribuiti alle scuole del territorio. Si avvierà ora un bando per aggiudicarsi le copie a fronte di un progetto integrato tra CO.RE. e gli insegnanti. Il Rende Book Festival proseguirà con la divulgazione dei libri e i risultati saranno le basi di una seconda edizione ancor più ricca e partecipata

Leggi qui!

Ritardi provvidenze alluvione Locride, Arruzzolo (Ncd-AP) presenta interrogazione

Il presidente del gruppo consiliare di Ap-Ncd, Giovanni Arruzzolo, ha depositato un’interrogazione a risposta scritta …