Home / ARCHIVIO / Gli allenatori / Panchine d'oro – Franco Colomba (158)

Panchine d'oro – Franco Colomba (158)

franco_colomba

Franco Colomba è un gentiluomo d’altri tempi, uno di quelli che si fa fatica a trovare nella vita reale e a maggior ragione in una “zona franca” come il calcio.

Nella storia della Reggina il suo nome è marchiato a fuoco.  Quattro anni e mezzo alla guida della squadra amaranto lo rendono il tecnico che più a lungo è rimasto in sella sull sponda orientale dello Stretto con ben 158 panchine..
Un sesto posto in Serie B, nel 1997-98, è il primo risultato conseguito.  E’ l’anno in cui sboccia il talento di Simone Perrotta, futuro
campione del mondo e acquistato a peso d’oro dalla Juventus, ma soprattutto la stagione che serve al tecnico da trampolino di lancio per la Serie A. A chiamarlo è il Vicenza, ma le cose non vanno bene e ottiene solo un esonero.
Poco male perchè nel 1999 viene scelto dalla Reggina per guidare gli amaranto nella prima storica esperienza in massima serie.  Firma un contratto triennale. Nella prima stagione da vittima sacrificare i suoi ragazzi, tra cui figurano talenti del calibro di Mohammed Kallon, Roberto Baronio e Andrea Pirlo, si trasformano nella sorpersa del campionato.  La salvezza arriva con una giornata d’anticipo e con un campionato ricco di soddisfazioni e imprese, come il successo all’Olimpico di Roma.
L’anno dopo va peggio. Dopo un girone d’andata disastroso, la squadra compie una rimonta miracolosa che per poco non si concretizza in uno sciagurato spareggio con l’Hellas Verona. Un gol di Cossato, a tre minuti dal novantesimo della gara di ritorno, rispedisce la Reggina nel purgagorio della cadetteria.
Il 2001-2002 è quasi una cavacalta trionfale per Colomba e i suoi che tornano in Serie A con un campionato esaltante.
Le strade del tecnico, nato a Grosseto ma bolognese d’adozione, e del sodalizio dello Stretto si dividono ancora, ma si ritrovano dopo una sola stagione in cui il tecnico è reduce dall’esperienza di Napoli.  E’ ancora Serie A ed è il 2003-2004, stavolta le cose non vanno bene e dopo una sonora sconfitta (6-0 a San Siro contro l’Inter) Colomba viene esonerato.
Finisce male dunque, ma la storia tra le due parti è fatta soprattutto di soddisfazioni e affetto reciproco.